Attila Malfatti

Attila Malfatti
Direttore Tecnico Onorario degli Insuperabili

In compagnia di Attila Malfatti

Direttore Tecnico Onorario degli Insuperabili

DOMANDA 
Ciao Attila, finalmente la massima serie, la Champions League…quali sono state le emozioni?

RISPOSTA 
Ormai sono 10 mesi… Esperienza fantastica!
In 10 mesi ho vissuto tutte le emozioni possibili ed immaginabili…
Siamo partiti con il trionfo in SuperCoppa, poi periodo bruttissimo in seguito ad un brutto inizio di campionato, poi la grande ripresa con rimonta in campionato e Champions da sogno con le partite casalinghe con Liverpool e Siviglia. Adesso siamo secondi ed ai quarti di finale di Coppa di Russia.
Emozioni grandissime… Lo Spartak è un ambiente fantastico!
Tifosi meravigliosi che ci seguono ovunque. Lo stadio nostro è stupendo, una bolgia.

DOMANDA
Qual è la partita che hai nel cuore?

RISPOSTA 
La partita che ho nel cuore è la gara di ritorno con lo Zenit in casa nostra.
Due giorni dopo la morte di mia madre. Glushakov mi promise la vittoria e così è stato, 3-1 per noi!

DOMANDA
Come sono i tuoi rapporti con i giocatori?

RISPOSTA
Rapporti con i giocatori molto buoni.

DOMANDA
Come sono i tuoi rapporti con il resto dello Staff?

RISPOSTA
Con la Staff anche molto bene. Anche se ci è voluto un normale periodo di ambientamento.

DOMANDA
Concludiamo con questa domanda: stai iniziando a conoscere la Russia, abbiamo i margini per arrivarci con gli Insuperabili?

RISPOSTA
Secondo me in Russia con gli Insuperabili si potrebbero fare grandi cose. Ormai siamo una grande realtà ed il grande merito va sicuramente a mio Fratello Davide ed al Mitico Ezio.
Senza di loro tutto questo non sarebbe stato possibile.